Coltivazioni cannabis in Italia: utilizzate a scopo agricolo

Festina Lente - 4 aprile 2018 - Consigli e Guide /
Coltivazioni cannabis in Italia

Come sussidio anti insetti e per la pacciamatura, l’utilizzo dell’erba legale per l’agricoltura italiana è una nuova riscoperta. In Trentino, Emilia-Romagna Piemonte, Lombardia, Toscana, Campania e Sicilia ci sono moltissime piantagioni a scopo agricolo o industriale

Coadiuvante per la coltivazione e per la bonifica dei terreni, ritorna finalmente in Italia la coltivazione di cannabis sativa. Le piantagioni sono sparse, geograficamente parlando, soprattutto nelle zone del Trentino, in Emilia e soprattutto nelle provincie di Bologna e Ferrara. Tuttavia, nel 2017, si sono riscontrate colture di cannabis legale anche in Piemonte, Toscana, Puglia, Campania e Sicilia. Anche in Sardegna e nel Lazio la pianta viene utilizzata sia come bonifica dei terreni che come prodotto agricolo pronto per l’esportazione. La pianta, infatti, è altamente utilizzata soprattutto come miglioria nel campo agricolo. L’impiego della canapa ad oggi può essere utile soprattutto assieme ad altri arbusti per eliminare erbacce, parassiti e insetti. La decisione di piantare canapa legale viene vista anche come dispendio economico: elimina l’utilizzo di antiparassitari e fertilizzanti. Inoltre può essere utilizzata per la pacciamatura, con teli fatti in tessuto di cannabis light o “coperte” fatti di sementa e gusci di noce.

Piantagioni di Cannabis a scopo industriale

La pianta della marijuana light legale viene utilizzata sempre più di frequente nel campo agricolo poiché è una pianta molto versatile, in grado di crescere su qualsiasi terreno e in poco tempo. Dai 6 agli 8 mesi, la pianta può donare semi, infiorescenza di canapa e cellulosa richiedendo anche molto meno tempo per la sua lavorazione. Le piante poi, sotto esportazione possono essere utili a scopo industriale: le fibre tessili, bio combustibili e carta stanno rivedendo un nuovo modo per mantenere un ambiente eco-green.

Soprattutto la vendita di cannabis legale, può essere anche utile nel settore alimentare per i celiaci, per il mangime per animali, o anche per terapie mediche. In questo caso però, la cannabis ha uno stampo diverso e una lavorazione più particolare prima di arrivare alla prescrizione medica. Ci sono shop online di cannabis chiamati Cannabis Shop dove comprare l’erba legale. Ad oggi la coltivazione della Canapa in Italia a scopo terapeutico è stata legalizzata ma solo con un valore di Thc a livelli pari a meno dello 0,6%. Il thc, infatti, reagisce con il sistema endorfinico, causando il rilascio di dopamina e generando la sensazione di rilassatezza. In alcuni casi, però, con valori molto alti può generare anche effetti psicoattivi e stupefacenti, diventando però una droga leggera, vietata per legge.