Blocco traffico: cambio auto con una usata

Lo sconto sul prezzo iniziale

Il valore dell’usato

Sono molti gli italiani che si trovano a dover sostituire la propria vecchia auto a causa dei blocchi del traffico. Si stima infatti che circa un terzo dei veicoli circolanti in Italia non corrisponda agli standard elevati oggi richiesti da una buona percentuale delle Regioni per poter circolare. I concessionari di auto usate sono un’ottima idea nel caso in cui ci si trovi nell’impossibilità di scegliere un modello nuovo, decisamente molto costoso.

Quanto costa un’auto usata

La questione è semplice: una vettura nuova perde buona parte del suo valore già alla prima immatricolazione, appena esce dal concessionario. Ecco che allora scegliere l’usato conviene assai: in alcuni casi si possono trovare vetture che possono essere utilizzate anche per più di 200.000 km, a metà prezzo rispetto al costo del modello nuovo. Un’auto ben mantenuta, che abbia fatto tutti i tagliandi e le corrette riparazioni può oggi percorrere anche fino a 300.000/350.000 km. Questo significa che sostituire la vecchia auto, Euro 3, con un modello usato di 3-4 anni è una mossa vincente: permette di risparmiare e di avere tra le mani un prodotto di ottima qualità.

Cosa verificare prima della scelta

Trovare una vettura usata in ottimo stato non è poi così difficile come può sembrare; sono infatti molti, i privati e le aziende, coloro che sostituiscono l’auto ogni 2-3 anni, solo per avere a disposizione sempre l’ultimo modello e non doversi preoccupare della manutenzione o della revisione. Queste vetture oggi sono disponibili presso numerosi concessionari, alcuni dei quali si dedicano completamente alle vetture usate. Per altro oggi presso un concessionario si trova solo dell’usato garantito: sono almeno 12 i mesi di garanzia di cui gode l’acquirente, cosa che porta i concessionari a controllare le vetture prima di proporle ai propri clienti. Alcune vetture per altro, anche se con lunghe percorrenze, oggi necessitano di manutenzione minima, senza dover sostituire alcune parti dopo un preciso numero di chilometri percorsi.

Cosa piace agli italiani

Da quanto risulta dalle statistiche mediamente un italiano che sceglie l’usato tende a prediligere vetture medie o piccole. In realtà però questo mercato è molto più sfaccettato; oltre a coloro che si trovano nella necessità di sostituire la propria autovettura, scelgono l’usato anche coloro che non vogliono impiegare un budget eccessivo per un’auto di lusso o per un modello full accessoriato. Optando per l’usato chi poteva permettersi una media, ad esempio una golf o una Lancia Y, può acquistare vetture molto più grandi, oppure decidere per le nuove vetture ibride o elettriche, che ad oggi sono tra le più costose in listino di tutti i marchi. Non si godrà del nuovo bonus rottamazione proposto dal governo, certo è che la perdita di valore di un mezzo usato compensa assai bene questa mancanza. Con cifre contenute si possono trovare dei veri e propri affari.